Tu sei qui

Una parete per ogni casa

Le tipologie di pareti sono svariate e rispondono alle caratteristiche dell’ambiente in cui sono inserite. Gli edifici in legno si distinguono da quelli in muratura per la diversa composizione degli elementi costruttivi verticali.

Parete a telaio

Il sistema costruttivo più diffuso è la parete a telaio, che prevede una struttura a montanti e traversi in legno massiccio o lamellare di diverse sezioni.
 
Gli spazi vuoti vengono riempiti di materiale isolante (fibra di legno o lane minerali), mentre la struttura interna della parete (telaio + isolante) viene racchiusa a sandwich da un doppio tavolato in pannelli in legno truciolare, OSB o multistrato.
 
Sulla parete interna del muro vengono installati dei pannelli ignifughi in cartongesso che costituiranno lo strato di finitura, previa stuccatura delle fughe e successiva applicazione di un intonaco. All’esterno viene montato un isolamento a cappotto, di materiale e spessore variabile, sul quale viene applicato l’intonaco di finitura.
 
Le pareti a telaio non impiegano colle o sostanze chimiche e vengono utilizzate per pareti esterne e divisori, in genere dimensionati per una funzione portante. Il vantaggio principale dei questo sistema è l’altissimo isolamento termo-acustico con spessori di parete estremamente ridotti.
 
La costruzione prefabbricata delle pareti a telaio consente un elevato standard qualitativo degli edifici e tempi di edificazione ridottissimi rispetto ai cantieri in muratura.

Parete massiccia (Blockhaus)

Si tratta di un sistema costruttivo a incastro, basato sull’impiego di tronchi massicci di varie dimensioni, squadrati o stondati, sovrapposti orizzontalmente tra loro.
 
Le pareti possono essere esterne o interne e sono caratterizzate da una notevole solidità. Il giunto a incastro permette di congiungere saldamente le pareti, rendendo impossibile il loro movimento in direzione longitudinale. Il legno è lasciato a vista, sia all’esterno dell’edificio che negli ambienti all’interno, valorizzando la bellezza e il calore del materiale che acquista una valenza non solo strutturale.

Pannelli in strati incrociati (X-lam)

Il sistema costruttivo denominato X-lam impiega pannelli di legno massiccio, in strati incrociati e incollati, con uno spessore variabile da 5 a 30 cm, in modo da ottenere una capacità strutturale paragonabile a una lastra. L’isolamento di una tipica parete X-lam viene posizionato all’esterno, tra il cappotto e la parete massiccia. Le prove su questo tipo di edifici hanno sempre fornito risultati importanti, mostrando notevole resistenza al fuoco, eccellenti doti antisismiche, alto isolamento termico, resistenza statica.