Tu sei qui

Perché scegliere una casa in legno

Vi sono innumerevoli ragioni per scegliere una casa in legno come soluzione abitativa.
 

Eco-compatibilità

Costruire una casa in legno rappresenta un piccolo, ma significativo contributo verso la salvaguardia del nostro pianeta. Le case in legno riducono il più possibile le dispersioni termiche e necessitano di poca energia per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo, limitando di conseguenza le emissioni di sostanze nocive in atmosfera.
 
Le case in legno, altamente isolate termicamente, consumano poca energia rispetto a quelle tradizionali dove l’energia è solitamente prodotta dalla combustione di petrolio o carbone, ad alto impatto ambientale. La scelta di impianti nell’edificio in legno andrebbe pertanto indirizzata verso sistemi efficienti e basati sull’impiego di fonti rinnovabili, come i pannelli solari termici e fotovoltaici o le caldaie biomasse e le pompe di calore.

Comfort abitativo

Gli edifici in legno forniscono alti livelli di benessere termo-igrometrico ai propri occupanti, grazie alla proprietà del legno di regolare naturalmente il livello di umidità dell’aria negli ambienti: in questo modo riescono a mantenere eccellenti condizioni di comfort in tutte le stagioni, grazie alla capacità del legno di assorbire umidità in eccesso o di rilasciarla in condizioni di secchezza, senza la necessità di ricorrere ad ausili impiantistici.
 
Prevedono un utilizzo minimo dell’impiantistica, assegnando all’involucro dell’edificio il compito di proteggere gli ambienti dalle oscillazioni climatiche esterne, e assegnando agli impianti di riscaldamento e condizionamento un ruolo secondario e limitato ai picchi termici di freddo e caldo.

Isolamento termico e risparmio energetico

Il legno è un isolante naturale, è traspirante e possiede una buona massa termica. Gli edifici in legno raggiungono livelli di isolamento elevatissimi con minimi spessori di parete esterna: per raggiungere lo stesso rendimento energetico, un edificio in laterizio dovrebbe avere muri con uno spessore più che raddoppiato. A prescindere dal sistema costruttivo impiegato per la realizzazione delle pareti, le caratteristiche intrinseche del legno consentono consumi ridotti e pieno rispetto delle leggi in materia di isolamento degli edifici.
 

Protezione sismica

Il legno come materiale da costruzione offre un’eccellente protezione dal danno sismico, grazie all’elasticità e alla notevole capacità di assorbire le sollecitazioni generate durante i terremoti. Le case in legno, sia a telaio che a parete piena, soddisfano in pieno la normativa antisismica e vanno edificate su platea e fondazioni in cemento armato, che andranno chiaramente progettate con i dovuti criteri ed eseguite con scrupolo.
 

Tempi di costruzione certi e ridotti

Le case in legno vengono realizzate in un tempo molto più breve di quello degli edifici tradizionali in latero-cemento, anche fino al 70% in meno. La tempistica costruttiva è inoltre programmabile con precisione, a partire dall’esecuzione e dall’assemblaggio delle parti componenti le pareti in stabilimento. Il montaggio in cantiere è un’operazione veloce, che avviene solitamente in pochi giorni.
 
Anche i tempi necessari per posare l’impiantistica vengono ridotti, poiché l’abitazione giunge in cantiere già predisposta al montaggio degli impianti elettrico e idro-termosanitario. Le stesse finiture richiedono poco tempo per essere completate, e una casa in legno può essere consegnata chiavi in mano anche dopo soli cinque o sei mesi dall’inizio della produzione.